Piaceri

Piaceri Il primo sguardo dalla finestra al mattino il vecchio libro ritrovato volti entusiasti neve, il mutare delle stagioni il giornale il cane la dialettica fare la doccia, nuotare musica antica scarpe comode capire musica moderna scrivere, piantare viaggiare cantare essere gentili. Bertolt Brecht, Piaceri 1954/55

Tu mi isoli

(…) La furia della confessione, prima, poi la furia della chiarezza: era da te che nasceva, ipocrita, oscuro sentimento! E adesso, accusino pure ogni mia passione, m’infanghino, mi dicano informe, impuro ossesso, dilettante, spergiuro: tu mi isoli, mi dai la certezza della vita: sono nel rogo, gioco la carta del fuoco, e vinco, questo mio poco, …

Bentornati cappelli di fate, code di sirene, tetti di case

Hanno le foglie pesanti che pendono verso terra, come grandi gonne e i fiori che, come abeti carichi di decorazioni natalizie, si protendono verso il cielo. Amo le piante d’ippocastano per questo saper bilanciare cielo e terra, senza apparente contrasto sanno conciliare il raccogliersi a terra e l’estendersi fino alle nuvole. Lo scorso maggio, appena…

Francesca Viola Molinari, semi di gentilezza con la pratica yoga

Questa puntata de LA GENTILEZZA CHE CRESCE è dedicata alla pratica yoga, intesa come momento in cui fermarsi e guardarsi dentro. Francesca Viola Molinari è un’insegnante di yoga che, attraverso la pratica, aiuta i suoi allievi e allieve a seminare e coltivare piccoli semi gentili per accettarsi, volersi bene, perdonarsi e riprendere confidenza con il proprio corpo.  In una…

Regina D’Autunno

Al parco ho trovato una Regina,come corona aveva una foglia e lei decisamente piccina. L’ho sollevata da terra, l’ho sollevata dal prato,l’ho sollevata e occhi negli occhi le ho parlato. Buongiorno Regina,dov’è il tuo regno, dov’è il tuo trono, dov’è la tua casina?Sono una Regina d’Autunno senza trono e senza castello,senza villaggio, senza Re, senza…

Cinamania, viaggio disegnato in Cina

Questa storia inizia a marzo 2019 con la proposta da parte di Rizzoli di illustrare un altro libro -mania (avevo già illustrato nel 2018 Giappomania che è stato tradotto in francese, tedesco, spagnolo e cinese!).Questa volta il paese scelto è la Cina e la persona chiamata a creare un libro di viaggio attraverso mappe concettuali…

L’introversione non è un (mio) problema

Essere introversi non è una malattia, è un modo come un altro di stare al mondo. Probabilmente non il più apprezzato ma il problema è principalmente negli occhi di chi guarda.L’ho capito solo ora da grande che il problema non era il mio ma degli adulti che volevano a tutti i costi che fossi quella…

Tenere un po’ di bellezza

Tenere un po’ di bellezza in fondo agli occhi per i giorni avari di soddisfazione, essere più formica che cicala. Tenere un po’ di bellezza in fondo agli occhi per abbandonare le recriminazioni e fare spazio a un’epifania di bello che a volte è regalata, a volte è sudata. Oggi ho visto nascere l’alba dietro alle…

Ispirazione e piante infestanti

Nell’Agenda Burabacio 2021 c’è una doppia pagina dedicata alle Cose Belle. Le ho rappresentato come un barattolo da cui esce una pianta rigogliosa dalle enormi foglie. L’idea mi è venuta guardando una pianta che ho sotto gli occhi ogni giorno: eccola qui la mia verde ispiratrice! Questa pianta di cui non conosco il nome (ipotizzo…

Raccontare un viaggio

Si può raccontare un viaggio, o un’esperienza in generale, in tanti modi, il primo che mi viene in mente è la scrittura. La scrittura è affascinante perché richiede un lavoro di scavo e di esattezza, non si accontenta di rimanere in superficie. La scrittura ci costringe a tuffarci in profondità nei nostri pensieri e ci…

Sii Gentile con l’attimo fuggente di bellezza

Sii Gentile con l’attimo fuggente di bellezza: un tramonto infuocato, una carezza inaspettata, il crepitio del fuoco, un abbraccio sincero. Assaporalo. ******************* “La felicità non è meno vera solo perché finisce, e nemmeno il pensiero e l’amore perdono valore perché non sono eterni.” (B. Russell) Il Sii Gentile di oggi è un invito ad apprezzare e…

Preferisco i fiori di campo

Preferisco i fiori di campo, perché sanno badare a loro stessi, basta un po’ di terra e un po’ di pioggia.
 Preferisco i fiori di campo perché nascono dove i semi sono caduti e non dove dico io.
 Preferisco i fiori che sopravvivono in mezzo al catrame, forse perché voglio credere che la vita sia…