Perché raccontare le emozioni?

Sono ormai diversi anni che ho orientato il mio lavoro verso la creazione di strumenti per esprimere e riconoscere le proprie emozioni. L’argomento mi tocca personalmente, ho sempre avuto una sensibilità molto sviluppata e fin da bambina molte cose mi impressionavano, diverse altre mi intristivano e facilmente finivo per piangere per un racconto o un film….

Come faccio a trovare il mio stile?

La domanda che sento spesso fare da aspiranti illustratori è: “come faccio a trovare il mio stile?” Dal mio punto di vista però c’è un’altra cosa che è importante quanto lo stile ed è il messaggio. Disegnare vuol dire comunicare, parlare per immagini a qualcun altro, non è far vedere quanto siamo bravi. Ogni volta che creiamo…

Una lente di ingrandimento per Kartell

A Milano impazza il Salone del Mobile e il Fuori Salone, è tutto uno stupire, un mostrare, un ammirare, un fotografare e non potevo mancare l’appuntamento. Vuol dire che sono a Milano? Purtroppo no! Non ci sarò fisicamente, tra i Burabacio Open Day, laboratori e pomeriggi di formazione con gli insegnanti questa settimana sono impegnatissima…

L’urlo del doppio albatros

(Titolo completo: L’urlo del doppio albatros terrorizza i passanti) Una delle cose più temute dal genitore gemellare è la doppia crisi col doppio pianto urlato, peggio se succede a spasso, peggio se ti coglie da sola a contenerla, peggio se sei a 4 km dalla macchina ed entrambe vogliono stare in braccio a mamma-mamma-mamma. Cosa…

Vorrei intervistarla alla Bologna Children Bookfair…

Lunedì 1° aprile camminavo nervosamente sù e giù per lo stand Mondadori/Rizzoli A15 nel padiglione 25 alla Bologna Children Book Fair. “E se fosse un pesce d’aprile?” mi chiedevo, come sempre positiva e ricca d’autostima. Tutto è iniziato qualche settimana fa quando mi arrivò un’email di Ayami Moriizumi che si era presentata come la coordinatrice…

Non potete sfuggire a vostra madre!

Ti accorgi di aver indossato la t-shirt sbagliata quando ti ritrovi al parco a imprigionare le figlie con la tecnica segretissima della baguette all’urlo: “NON POTETE SFUGGIRE A VOSTRA MADREEEEE!”. “Casa dei pini, ospizioooo, poveri vecchi” potrebbero rispondere la prole. Tu intanto sfoggi la nuova t-shirt con scritto a caratteri cubitali”  Sii Gentile”.  “Io, se…

Papà

Papà, il punto da cui partire e il punto in cui tornare per riposarsi un po’. Grazie per tutte le volte che mi hai tenuta sulle ginocchia, anche se ora non ci sto più. Grazie per tutte le volte che mi hai portata sulle tue spalle, anche se ora non ci sto più. Grazie per…

Libera la mente

Libera la mente, abbandona un pensiero ricorrente, butta via quelli accartocciati e pure quelli mai usati. Lava tutto, lava adesso il cervello è un organo complesso e per funzionare deve essere pulito non deve esserci polvere passandoci sopra il dito. Lasciali pure scappare tutti quei pensieri brutti la via di casa la sanno ritrovare ed…

Darwin Day

Oggi, 12 febbraio, è il DARWIN DAY, cioè la commemorazione della data di nascita di Charles Darwin. Cosa succede in tutta Italia, ma anche nel mondo, per il Darwin Day? In tantissime città italiane vengono organizzano incontri ed eventi per tutto il mese di febbraio. Nella mia città, Perugia, all’orto botanico si parla di piante carnivore…

Buon bicentenario, Infinito!

Ho appreso grazie a Radio3 che il 2019 è il bicentenario dell’Infinito di Giacomo Leopardi le cui ultime stesure risalgono al 1818/19. Auguri caro Infinito! XII – L’INFINITO Sempre caro mi fu quest’ermo colle, E questa siepe, che da tanta parte Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da…

Io questa donna la risposerei subito

“Io questa donna la risposerei subito!” “Io no” risponde lei. Noi guardiamo interdetti la coppia di anziani e la signora prosegue: “sono cose che si fanno una volta e basta”. “È fatta così, è del nord” ci dice allegro il marito. “Signora ma una dichiarazione così fa sciogliere tutti” aggiunge Giorgio che non si rassegna….

Allunga la tua mano su di me

Nel cortile dove tante volte siamo state insieme / Allunga la tua mano su di me / Su di me. (Ieri ho composto questo collage della foto di mia nonna materna da giovane e mia e le ho lasciate sul tavolo bianco, per un po’ insieme).