Sii Gentile/29: con chi si sente sbagliato

Sii Gentile con chi si sente sbagliato, rotto, solo. Se lui (lei) vuole aiutalo a cercare i pezzi che mancano. Ascoltalo senza giudicarlo. Il Sii Gentile di oggi parla delle persone che si sentono sbagliate, rotte, montate al contrario e per questo sole e incomprese. Chi sia una loro idea o no, non sta a…

Il bello e il buono della vita

Qualche mese fa ho iniziato a pensare a quante cose belle ci perdiamo per strada e a quanta energia sprechiamo nell’arrabbiarci per gli imprevisti che ci capitano. Così ho deciso di metterle su carta e il risultato è stato sorprendente! Non finivo mai di scrivere: un viaggio che ci è piaciuto particolarmente, un piatto dell’infanzia,…

La mente è una cosa buffa

Siamo portati a dare per scontato le cose buone della nostra vita, le persone, la salute, i giorni di sole. Siamo invece colpiti e quasi offesi dalle cose brutte e dagli imprevisti che ci rovinano i piani: “non me lo merito! Perché è successo a me?” Se ragioniamo così saremo portati ad accumulare cose brutte,…

Sii Gentile/28: con gli imprevisti

Sii Gentile con gli imprevisti che la vita ci regala. Abbandona l’idea di poter controllare tutto. Il Sii Gentile di oggi tocca un nervo scoperto dell’universo femminile (ma non necessariamente solo femminile): la volontà di controllare tutto. Avere il controllo delle giornate, di quel che accade, piace a tutti, ci tranquillizza, ci va vivere più…

Sii Gentile/27: con chi si è perso

Sii Gentile con chi si è perso e si sta ritrovando. Sta percorrendo un difficile cammino di rinascita. Questo Sii Gentile è un invito a non giudicare chi sta percorrendo la lunga strada della rinascita: è una via faticosa, difficile e dolorosa. Non tutti hanno il coraggio di percorrerla e, soprattutto, ammettere di essersi persi…

I sogni nel cassetto fanno la muffa

I sogni nel cassetto fanno la muffa, perché non tirarli fuori uno per volta? Stendili al sole, guardali bene, stira quelli più spiegazzati, rammenda quelli rovinati e appendili in un punto luminoso di casa tua. I sogni dobbiamo averli sempre davanti agli occhi per poterli seguire e poi sono pure belli come elemento d’arredo. I sogni…

Sii Gentile 26/ con la tua vita

Sii Gentile con la tua vita: amala così come è senza fare paragoni con le vite altrui. Amala nella sua preziosa unicità. Il Sii Gentile di oggi è un invito ad amare la vita. Spesso le vite degli altri ci sembrano più belle, meno faticose, più avventurose, con più opportunità. La verità è che non siamo…

La vita è fatta (anche) di errori

Non avere paura di sbagliare. La vita è fatta di 1000 passi sbagliati e uno giusto, di cadute e risalite, di andatura incerta e salti da equilibrista, di giorni in cui si cammina a tentoni in una via buia e giorni in cui ci sembra di vedere lontano. Spesso della vita degli altri vediamo solo…

Una volta le donne lavoravano per passatempo

“Una volta le donne lavoravano per passatempo quando i bambini erano a scuola o erano casalinghe, ora devono lavorare come gli uomini per mandare avanti la baracca”. Questo non l’ha detto un anziano al bar ma un giovane papà alla riunione dell’asilo nido. Mi sono morsicata la lingua e sono stata zitta, non parlava a…

Sii Gentile/25 – con gli errori

Sii Gentile coi i tuoi errori e fallimenti: sono ottimi maestri da cui imparare. Il Sii Gentile di oggi non è un invito a sbagliare a cuor leggero ma ad essere indulgenti coi propri fallimenti, scelte sbagliate, cadute lungo la strada. L’unico caso in cui non possiamo essere indulgenti è quando i nostri errori danneggiano qualcun altro ma…

Credo in un mondo gentile

Credo in un mondo gentile. Credo che essere gentili voglia dire avere dentro molta forza perché gentilezza non è debolezza. Credo che una parola gentile possa far nascere un sorriso. Credo che un gesto di cura possa cucire una ferita. Credo nell’esercito gentile di uomini e donne che vogliono cambiare il mondo con il sorriso in…

Il NO ce l’hai in tasca

“Il NO ce l’hai in tasca” soleva dire un mio maestro d’aikido quando praticavamo scoraggiati, senza credere davvero in quel che facevamo.  Spesso il Maestro Masetti ci portava esempi semplici per spiegarci perché quell’atteggiamento non ci avrebbe portato da nessuna parte: “Vuoi invitare una ragazza a uscire con te, come ti comporti? Le elenchi tutti i tuoi…