L’officina dei Titani

“Se sai come assegnare il posto giusto nella tua vita anche al gelo del giorno, non resterai a lungo nel disincanto.”
Etty Hillesum

Quando sono stanca e demotivata il mio pensiero corre spesso a lei, a Etty Hillesum.
Attraverso le sue parole mi sembra di poter attingere a un poco di quella luce interiore che la faceva risplendere anche in periodo buio come quello della Seconda Guerra Mondiale.

Non ho intenzione di fare un paragone tra la nostra situazione e quella dei nostri nonni in guerra o tra noi e gli ebrei perseguitati dal nazismo, come è stato per Etty, perché trovo che sia una cosa stupida e poca utilità.
Non amo la retorica del “una volta erano tutti bravi, belli e buoni” perché non è vero, alcuni lo sono stati, altri no.

La bellezza del pensiero di Etty Hillesum è trasversale a qualsiasi periodo storico perché nelle sue parole ognuno può ritrovare un messaggio per sé, parole preziose da prendere e mettere in tasca per la giornata.
Non c’è monito o giudizio ma qualcosa di più grande: c’è la forza dei TITANI che ogni giorno riforgiano in mondo (per dirlo con le sue parole).

Così, quando ieri ho pensato a Etty, ho pensato a questi Titani che lei ha saputo coltivare dentro sé, all’assenza di odio in un momento in cui l’odio era la parola d’ordine.
Ho pensato al suo sapersi far carico anche dei dolori altrui, al suo saper rimanere umana, porosa alla vita, alla gioia e al dolore come un guscio d’uovo bagnato, anche quando sarebbe stato normale non farlo.
E questo non perché lei fosse predisposta per natura all’empatia e alla generosità, Etty non lo era.

Chi ha letto il suo diario integrale lo sa, Etty Hillesum non è nata santa, buona, forte e positiva, era una ragazza che spesso si metteva a letto per giorni perché di cattivo umore, che assumeva un numero incredibile di aspirine, che era arrabbiata con la madre e criticava il padre.
Quella forza, quella luce, se l’è tirata fuori con le unghie e con i denti.
Etty Hillesum scelse di essere migliore di quel che era e ci riuscì.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. libra63clan ha detto:

    Il diario di Etty è uno dei libri indispensabili della mia vita di lettrice, in questo periodo più che mai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...