Vorrei ma non sono capace

il

“VORREI ESPRIMERE QUEL CHE SENTO CON LA CREATIVITÀ MA HO PAURA DI NON ESSERE ALL’ALTEZZA”

Ti riconosci nel vorrei ma ho paura, vorrei ma chissà se sono capace?

Austin Kleon in Ruba come un Artista, scrive: “PENSA AL PROCESSO, NON AL PRODOTTO”  e non lo diciamo sempre anche ai bambini e alle bambine quando si non provano a fare qualcosa perché “non sono capace”?

Il risultato potrà piacerti, non piacerti, essere diverso da quel che ti aspettavi ma è grazie al processo che impariamo, cresciamo, scopriamo cose nuove. Banalmente poi è solo curando il processo che possiamo sperare in un buon risultato ma non deve essere l’idea fissa al risultato il nostro scopo.

Ribalta la questione, al posto di chiederti “sarò all’altezza?” chiediti “mi divertirò? Questa cosa fa per me?” Abbandona l’ansia da notte prima degli esami e pensa a divertirti.

In questi 10 anni di Burabacio selvaggio in cui ogni giorno della mia vita mi sono esercitata a disegnare e scrivere (eh si, proprio in questo mese il blog festeggia i 10 anni di vita!), ho scoperto l’acqua calda: se non mi diverto anche il risultato sarà piatto e triste. 
La creatività ha bisogno di un animo LEGGERO e GIOIOSO. La paura di non riuscire è la prima zavorra da abbandonare, quella che non ci impedisce di sperimentare, provare, giocare perché siamo concentrati e concentrate unicamente sul risultato finale.

Proviamo a guardare a fondo in questo timore: se non viene un bel risultato cosa succede? Perdi dei soldi? La reputazione, gli amici, hai rovinato qualcosa?

NO. NON SUCCEDE NULLA.

Solitamente l’investimento economico per dedicarsi a un’attività creativa è minimo, nel caso del collage si tratta di vecchi giornali, colori, un quaderno o un foglio. 

Non è buona la prima, se non ti piace il risultato cambi foglio e ricominci da capo.

Tieni però conto che la creatività ha bisogno di ESERCIZIO, la storia dell’ispirazione improvvisa è sopravvalutata. 

Un’idea può metterci sulla buona strada ma come la realizzeremo, quanto saremo in grado di tradurla in parole e immagini dipende dalla nostra confidenza con l’espressione artistica. Questo aspetto spesso non viene considerato e si liquida il primo tentativo con: “ecco, vedi, l’avevo detto, non sono capace”. Quando ci avviciniamo a uno strumento musicale non pretendiamo di saperlo suonare dopo pochi minuti, sappiamo bene che ci vuole un costante esercizio. La stessa cosa vale per la creatività in tutte le sue forme.

Inoltre, se questo non è il lavoro che ti mantiene, puoi concederti il lusso di SBAGLIARE, GIOCARE e FARE QUALCOSA CHE NON È PRODUTTIVO.

Sfrutta tutti i vantaggi dell’essere principiante e lascia la PERFORMANCE per altre cose.
GIOCA, GIOCA e GIOCA.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...