Ballata d’autunno

L’autunno, l’estate spazza via con metodo e precisione,
il vento crudele getta le foglie nel vialone.
L’autunno che si dissangua di colori
con violenza tutto il verde fa spurgare fuori.

L’autunno dalla luce straziante e dorata,
rapidamente si riduce la giornata.
L’autunno delle castagne, dei funghi, della cannella,
del freddo improvviso e della temperatura pazzerella.

L’autunno odiato e amato nelle candele profumate,
nelle passeggiate nei boschi e nelle influenze ritornate.
L’autunno nelle mele rosse e croccanti,
nei cimiteri pieni di fiori e nel saluto ai morti e ai santi.

L’autunno nello zucchero filato del luna park,
nella casa delle streghe e nelle fiere di paese.
L’autunno della pioggia ritornata
che tamburella sul vetro tutta la giornata.

L’autunno nei fiori di croco giallo intenso
come gioielli sbucano dal prato che pare un firmamento.
L’autunno nelle castagne matte in città
sembrano aspettare un bambino che con loro giocherà.

L’autunno che promette freddo e odore di legna bruciata,
melograni e insalata,
l’autunno con le prime sciarpe al vento, i cappelli, 
i cappotti e gli ombrelli.
L’autunno che su instagram viene ogni giorno inventato,
l’autunno che spesso coincide con il terreno bagnato.
L’autunno odoroso nei boschi umidi, croccanti di foglie secche,
che invitano a cercare funghi ma anche folletti e piccole casette.

L’autunno che invenzione, che stagione,
se non ti piace non temere, passerà come di dovere.
Se ti piace è il momento giusto: cammina, raccogli, assapora,
gusta l’autunno prima che tramonti la sua ora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...