Dice il Burascotto della Fortuna: Ascolta

DICE IL BURASCOTTO DELLA FORTUNA (che è molto saggio):
“Ascolta con le orecchie, con il cuore e con la pancia”

C’è una buona differenza tra ASCOLTARE con le ORECCHIE, ascoltare con la PANCIA e ascoltare con il CUORE.

Ad ascoltare con le ORECCHIE, se ci impegniamo a STARE IN SILENZIO, siamo capaci tutti. Ascoltiamo quel che viene detto lasciando il tempo all’altra persona di parlare.

Ci sono tante cose però che NON VENGONO DETTE, tante cose che passano dallo SGUARDO, dal CORPO, dai SILENZI che la persona fa, dall’intonazione, dalle mani che si tormentano.

Se ascoltiamo con LA PANCIA arriveremo a comprendere anche quel che non viene detto ACCOGLIENDO LE EMOZIONI che ci suscita quell’ascolto.
Ascoltando con la pancia potremmo persino arrivare a conclusioni opposte a quelle a cui siamo arrivati con le orecchie.

Se ascoltiamo con IL CUORE sapremo accogliere quel che viene detto e quel che non viene detto con umanità, sapremo rispondere con un abbraccio invece che con un’analisi, magari anche giusta, ma del tutto inutile. Sapremo restituire il sorriso, lo sguardo, una pacca su una spalla, un braccio per contenere e sostenere.

L’ascolto non è solo verso gli altri ma è anche verso noi stessi/e, se sappiamo ascoltarci aldilà di quel che diciamo, con il cuore e con la pancia, ci capiremo di più, sapremo essere gentili con quel che il nostro corpo sta cercando di dirci, con quel che il cuore mormora ma non sa esprimere.

Ascoltare con le orecchie, con il cuore e con la pancia è semplice?
No, ma ne vale la pena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...