Cosa vuol dire essere forti?

Sono forte, nulla mi tocca, non piango mai, quello lo fanno le femminucce e io sono un uomo. Un vero uomo.

Mi chiamo il sesso debole ma sono forte, sono una donna, basta non darlo troppo a vedere. Se mi dicono che ho “un carattere forte” il più delle volte non è un complimento, vuol dire che sono difficile e ho lo strano vizio di dire la mia.

Sono forte e non ho paura dei mostri sotto al letto. Sono forte perché mio papà è forte. Sono forte perché mangio tutto quel che devo mangiare per crescere forte.

Sono forte perché faccio ridere “sei proprio forte” mi dicono gli amici.

Sono forte perché sono sincero con me stesso, ogni giorno mi guardo negli occhi e mi condanno, mi assolvo, mi ascolto, mi dico cose che non direi mai ad alta voce. Sopporto chi sono e miglioro quel che non posso sopportare.

La forza che viene richiesta alle donne è di saper sopportare. La sopportazione. Agli uomini invece viene richiesta l’azione, se sopportassero come me direbbero che sono deboli.

Sono forte se non chiedo aiuto a nessuno, sono una mamma. Una mamma ce la fa sempre. I figli chi se li fa se li trastulla. Quando mi dicono “sei forte tu, ce la fai” vuol dire che non devo lamentarmi.


“Tu sei forte, ce la farai” ma ce la faresti anche tu se fossi nei miei panni, abbiamo quello stupido vizio di vivere e sopravvivere. Vado avanti, non so mica se sono forte.

Sono forte, i miei muscoli sono definiti, sollevo pesi che solo a guardarli, gli altri, tremano.

Sono forte perché so combattere coi draghi sputa fuoco che vivono in fondo alla mia gola
, li domo, li ascolto, li chiamo per nome. So domare ma anche ascoltare la belva che nascondo.

Sono forte, sono flessibile come un giunco e non mi spezzo mai. Devo adattarmi.

La forza della ragione non può essere imposta coi sorrisi, ci vogliono le maniere forti, ci vuole di mostrare i muscoli. I deboli non hanno mai ragione. Sono il migliore, sono il più furbo, tutti hanno paura di me.

Ho forgiato la mia forza raccogliendomi come un sasso su me stessa, mi sono chiusa al mondo, ho chiuso ogni canale. Sono impermeabile. I tuoi malumori, i tuoi sentimenti, la tua tristezza, la tua gioia, mi scorrono addosso. Sono impermeabile al mondo.

Sono porosa come tufo, ho forgiato la mia forza allenando la mia umanità. Mi lascio attraversare dalle tue emozioni e dalle mie, le accolgo e le lascio andare oltre. Non mi disgrego più, non mi frammento più in tanti piccoli pezzi dolorosi. Ho scoperto di possedere una colla. Sono porosa e non ho paura di nulla perché so che posso sopportare il mondo.

Sono forte perché tu mi vuoi forte. Sono forte per dare l’esempio. Sono forte perché ho paura che tu mi creda debole. Sono forte perché la miglior difesa è l’attacco. Sono forte perché solo i forti ce la fanno.

Il controllo mi fa sentire forte, ho una maschera nuova per ogni giorno e non verso una lacrima da quando ero bambino. Non piango mai, quelle lacrime non versate si sono calcificate in fondo agli occhi e ora vedo sempre un po’ appannato. Ci vuole più forza.

La forza la dà l’ordine, la sicurezza, la disciplina, il controllare. Questa è la forza.

La forza è sapersi rialzare sempre in piedi dopo ogni pugno della vita, bisogna essere dei buoni incassatori.

La forza, ne ho sentito parlare ogni tanto, ma non so mica che cosa è.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Zoe ha detto:

    E ti abbraccio Burabacio, perché solo chi è forte ,capisce la fatica ,la paura e la solitudine di chi deve essere forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...