Sii Gentile con le differenze

Sii Gentile
con le differenze
che possono diventare
ricchezza o isolamento,
forza o solitudine.
Dipende da noi.
***********siigentile_62_testo_bassa.jpg
Il Sii Gentile di oggi parla di differenze.

Avrei voluto scrivere un Sii Gentile parlava di differenze come una ricchezza, poi, riflettendoci meglio in questo periodo di isolamento ho deciso di inserirle in un discorso più ampio.

La differenza non sempre è ricchezza, molte volte porta all’isolamento, non sempre è una forza, spesso porta alla solitudine o alla derisione.
Quel che diventa la differenza lo scegliamo noi ogni giorno.

La differenza spaventa, non piace, a meno che non sia una finta differenza da star dello spettacolo.

Con la didattica a distanza abbiamo visto le differenze diventare più evidenti, i solchi più incolmabili: chi non ha computer o un tablet non può seguire le lezioni, chi non ha una connessione a internet stabile è tagliato fuori dalle lezioni e dalle classe.
Chi ha pochi mezzi economici vive ancora peggio del solito in questo momento in cui la tecnologia è l’unica cosa che ci avvicina.

La disabilità in questo periodo di quarantena diventa ancora più un fattore di solitudine: i bambini e ragazzi disabili fanno fatica a mantenere i contatti con i compagni e a seguire le lezioni, se sono previste lezioni per loro.
Chi è malato con questo isolamento forzato vede sparire la piccola o grande rete che lo sosteneva, i centri diurni, l’assistenza, la minima socialità.

Qui entra la nostra scelta di fare delle differenze una ricchezza, di imparare da quel che è diverso da noi, di pensare agli altri, di mettersi nei panni, nei mocassini e nelle giacche altrui.
Qui inizia la nostra scelta di colmare i fossi, le fratture, di capire, di ascoltare.
Finché non ci interesserà ascoltare le differenze queste saranno emarginazione e debolezza.
Dipende da noi.

Le differenze di nazionalità, di ceto sociale, di vita, di opinioni, di scelte, di colore della pelle, di abilità, di possibilità, di religione, di istruzione.

Le differenze ci descrivono, ci circondano, fanno di noi gli essere unici che siamo, anche se spesso vorremmo solo essere uguali agli altri.
Sii gentile con le differenze, impegniamoci affinché non diventino solitudine ed emarginazione.siigentile_62_bassa.jpg
“Sii gentile”
 è un mio progetto nato alla file del 2018: ogni lunedì condivido sul blog degli spunti di gentilezza.
La gentilezza è un gesto rivoluzionario: fa sentire bene bene chi la fa e chi la riceve.
La gentilezza è una scelta e una pratica.
Non c’è nulla di sciocco o di debole in chi è gentile, anzi, mi sento di dire che sono persone che non hanno bisogno di una corazza di arroganza e maleducazione. Sono persone che hanno il coraggio di essere gentili con chi li circonda, con gli amici, coi familiari e con gli sconosciuti.
La gentilezza però non si limita alle persone: si può praticare anche verso il pianeta, verso gli animali e verso i sogni.
Spero che questi spunti possano farti sorridere e farti venire voglia di praticare la gentilezza, o se già lo fai, di proseguire con la consapevolezza che io sono con te.

A maggio 2019 è nato un libro quadrato con tutti i Sii Gentile apparsi in questi mesi, lo trovi qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...