Nascere senza un abbraccio

il

Colorare sui quotidiani è una cosa che ho fatto già alcuni anni fa, le avevo chiamate “le Donne di Carta”.
Oggi lo sto facendo con un intento diverso, come se potessi con un colpo di colore abbracciare tutto questo dolore.
Come se potessi cambiare questo mare di parole che sembrano a chiodi.

In questa pagina, in basso a destra, c’è la storia del piccolo Lucio, nato senza un abbraccio ad tempi del Covid19.
Ho pensato a tutte le donne che aspettano un bimbo o una bimba, a tutti i papà e le mamme spaventati in questi momenti difficili.
Anche le mie Ricciole sono nate senza un abbraccio, le ho viste portare via una dopo l’altra dentro due cullette, verso i reparti di terapia intensiva.

Mi avevano ripetuto che il primo contatto col neonato, pelle a pelle, è fondamentale.
Così il figlio ti riconosce, dall’odore e dal calore della pelle e io non potevo farlo.
Potevo toccarle da un oblò, poi da una culletta.
Per mesi mi sono chiesta se questo avrebbe incrinato il nostro rapporto per sempre, nessuno mi sapeva rassicurare.
Si sa che le paure si conficcano come cunei nella testa delle puerpere.

Ora, visto che sono quasi 3 anni che non riesco a togliermi le Ricciole di dosso, posso dire che il contatto di cuore ha sopperito quella pelle mancata. Abbiamo recuperato.

Penso a mia nonna Maria che nel marzo del 1945 nascose mio padre nella paglia, per non farlo trovare ai soldati tedeschi sbandati nelle campagne piemontesi.
Avrebbe voluto stringerlo forte ma in quel momento il modo migliore per proteggerlo era nasconderlo, sperando fortemente che non piangesse.
Non piangere, non piangere, piccolo mio.
Mio padre, che è sempre stato buono, non pianse.

Ci sono tanti motivi per cui non si possono abbracciare subito i propri figli, a volte la scelta giusta è rimandare l’abbraccio perché è la cosa più sicura.

Sono solo abbracci rimandati, mamme e papà, non preoccupatevi, il vostro cuore arriverà ad abbracciare i vostri piccoli anche quando le braccia non potranno farlo.
Sul momento fa male, tanto male, ma arriverà il momento di recuperare i tanti abbracci, più di quanti voi possiate immaginarne.
91183386_2874558972657216_2366479297369079808_o.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...