Sii gentile con la comunità

Sii gentile
con la comunità
di cui fai parte:
se proteggi gli altri,
proteggi anche te!
***************siigentile_59_testo_bassa
Il Sii Gentile di oggi è dedicato alla protezione della propria comunità.
Questi giorni ci stanno insegnando che sono ormai troppi anni che non ci sentiamo più parte di una comunità.
Guardiamo a noi come individui singoli
e unici, lontani da ogni dovere di cura e da ogni responsabilità verso gli altri.

Tutta la nostra vita, così come la conosciamo, può reggersi perché facciamo parte di una comunità di persone che si prendono cura l’un l’altra, non una comunità di soldi, non di numeri, non di followers, non di like, non di cose, MA DI PERSONE.
Quindi, anche se ci sentiamo un’isola che non ha bisogno di niente e nessuno, non è così.

Insieme possiamo ottenere molte più cose che da soli.
Insieme abbiamo combattuto battaglie e abbiamo ottenuto diritti.
Insieme abbiamo costruito città e abbiamo cacciato tiranni.
Insieme abbiamo sognato e insieme abbiamo realizzato grandi sogni per la collettività.
Insieme abbiamo creato parchi verdi perché tutti possano passeggiare.
Insieme abbiamo voluto giochi per tutti i bambini, anche per quelli che non hanno un giardino o possibilità economiche per avere un’altalena.
Insieme abbiamo creato una scuola dell’obbligo che cerca di portare avanti tutti, non solo i più bravi e le più brave.
Insieme abbiamo voluti una sanità pubblica che non escluda i poveri, perché nessuno deve morire per assenza di cure.
Insieme, in questi giorni, abbiamo donato cifre incredibili agli ospedali che sono in grande difficoltà perché sappiamo quanto sono importanti per noi.
Insieme abbiamo fatto cose meravigliose, non da soli, ricordiamocelo.

I bambini vanno all’asilo nido, alla scuola materna e poi alla scuola dell’obbligo perché c’è una comunità che si è presa l’impegno di dare a tutti i suoi piccoli componenti un’educazione di base.
Attraverso la tassazione possiamo garantire l’istruzione a tutti e tutte, per questo dobbiamo pagare le tasse.

La sanità è pubblica e possiamo accedere a cure costose senza spendere un euro in più (penso alle cure contro i tumori), possiamo subire le operazioni necessarie per rimanere in vita senza doverci indebitare.
Non ci sono cure che ci vengono negate perché troppo costose o perché non abbiamo l’assicurazione.

Possiamo ricevere cure sanitarie e istruzione anche se siamo disoccupati perché esiste, anche se sarebbe bello che fosse potenziato, uno stato sociale che non abbandona i più deboli.
Non perfetto, sempre perfettibile, ma esiste.
Tutto questo perché INSIEME cerchiamo di tendere a un bene comune che non soddisfi solo pochi eletti ma tutti.
Nessuno deve essere abbandonato, non è questo forse il patto che abbiamo fatto come comunità?

Eppure in questi giorni sembra che la nostro senso di comunità si sia addormentato o mai esistito.
Un tutti contro tutti.

Torniamo a ragionare come una comunità, come un insieme di persone che vogliono proteggere tutte quelle che ne fanno parte, ve ne prego!

Persone che contagiano altri perché non rispettano le limitazioni messe per la nostra salute, persone che organizzano feste perché tanto “siamo giovani e i giovani non stanno male”. Anziani che escono nonostante sia pericoloso per la loro salute, impedendoci di proteggerli.
Vi prego, torniamo a pensarci come una comunità di persone, non ci salveremo da soli.
Aiutiamoci, rispettiamo le limitazioni messe per arginare la diffusione del virus, pensiamo al benessere di tutti e non solo al nostro.

La sanità pubblica, insieme all’istruzione pubblica, è uno dei più alti pilastri di una comunità civile, pensate a come sarebbe la nostra vita senza queste istituzioni.
Una civiltà è grande quando sa prendersi cura di tutti, ve ne prego, facciamo sì che la nostra sanità riesca a prendersi cura di tutti noi anche domani.

siigentile_59_bassa
“Sii gentile”
 è un mio progetto nato alla file del 2018: ogni lunedì condivido sul blog degli spunti di gentilezza.
La gentilezza è un gesto rivoluzionario: fa sentire bene bene chi la fa e chi la riceve.
La gentilezza è una scelta e una pratica.
Non c’è nulla di sciocco o di debole in chi è gentile, anzi, mi sento di dire che sono persone che non hanno bisogno di una corazza di arroganza e maleducazione. Sono persone che hanno il coraggio di essere gentili con chi li circonda, con gli amici, coi familiari e con gli sconosciuti.
La gentilezza però non si limita alle persone: si può praticare anche verso il pianeta, verso gli animali e verso i sogni.
Spero che questi spunti possano farti sorridere e farti venire voglia di praticare la gentilezza, o se già lo fai, di proseguire con la consapevolezza che io sono con te.

A maggio 2019 è nato un libro quadrato con tutti i Sii Gentile apparsi in questi mesi, lo trovi qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...