Sii Gentile / con la tenerezza

Sii Gentile
con la tenerezza
che ti scioglie
cuore e corazza.
Non ti vergognare:
sei un capolavoro.
********************

siigentile_54_testo.jpg

Il Sii Gentile di oggi parla di tenerezza.
La tenerezza è quella cosa che associamo ai bambini, agli animali, ogni tanto agli anziani ma raramente agli adulti.
Gli adulti parlano poco anche di amore, c’è intorno all’argomento una sorta di pudore, come se fosse una cosa da sciocchi o da ingenui.
Per la tenerezza il discorso è ancor più valido, soprattutto se sei un uomo.

La tenerezza scioglie anche la corazza più dura, inumidisce gli occhi, provoca abbracci, distende il sorriso.
Per la tenerezza si diventa delicati.
La tenerezza è una gran bella cosa, è il nostro valore aggiunto, non è una debolezza.

Non sempre essere armati dalla testa ai piedi è un bene, non sempre stare dentro un guscio ci aiuta a vivere meglio.
A volte permettere lasciare che la tenerezza penetri dentro il nostro guscio di calcare e lo sciolga per iniziare a vivere pienamente.
La tenerezza sbriciola in un secondo anni di proclami del tipo: “non permetterò mai al mio cane di dormire sul mio divano”.
La tenerezza una volta che entra nel cuore fa pulizia di tutto quel cinismo che ci piace tanto esibire.

Ho scoperto di essere affetta da tenerezza dopo aver partorito le mie ricciole, non che io sia una persona tutta d’un pezzo, anzi, mi commuovevo già facilmente prima di diventare madre.
Dopo delle mie bimbe, però, mi sono accorta di alcune cose.
Un pianto di un neonato mi faceva stare male.
Un racconto di una nonna al parco mi faceva piangere.
La carica dei 101 mi risultava commuovente.
La canzone in cui il serpente scende dalla montagna per cercare il pezzo della sua coda mi sembrava una cosa di insostenibile romanticismo.
Una notizia brutta al telegiornale mi faceva piangere.
Una notizia bella al telegiornale mi faceva piangere, questa volta di gioia.

Ogni cosa era, ed è tuttora, amplificata.
La tenerezza mi ha aiutato a capire meglio quel che provavano gli altri, a intuire la necessità di una pacca su una spalla, un disagio ma anche un momento bello.
Tutta una serie di cose che prima non avrei nemmeno notato ora mi sembrano familiari, importanti, uniche.
Le luci delle strade che si accendono dopo tramonto, i palazzi illuminati di inverno come tanti nidi, le piante di malva cresciute rigogliose in mezzo a quei brutti palazzi di cemento.
Il bello arriva prepotente nel mio cuore, amplificato, mi fa notare sfumature e colori.

Sii Gentile con la tua tenerezza, è quella che fa del tuo cuore un posto caldo, bello e buono.
Lascia spazio alla tenerezza, concediti di far scendere una lacrima di commozione.
Togli la corazza e vieni a vedere il tramonto.

siigentile_54.jpg
“Sii gentile”
 è un mio progetto nato alla file del 2018: ogni lunedì condivido sul blog degli spunti di gentilezza.
La gentilezza è un gesto rivoluzionario: fa sentire bene bene chi la fa e chi la riceve.
La gentilezza è una scelta e una pratica.
Non c’è nulla di sciocco o di debole in chi è gentile, anzi, mi sento di dire che sono persone che non hanno bisogno di una corazza di arroganza e maleducazione. Sono persone che hanno il coraggio di essere gentili con chi li circonda, con gli amici, coi familiari e con gli sconosciuti.
La gentilezza però non si limita alle persone: si può praticare anche verso il pianeta, verso gli animali e verso i sogni.
Spero che questi spunti possano farti sorridere e farti venire voglia di praticare la gentilezza, o se già lo fai, di proseguire con la consapevolezza che io sono con te.

A maggio 2019 è nato un libro quadrato con tutti i Sii Gentile apparsi in questi mesi, lo trovi qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...