Sii Gentile/32 – con le emozioni

Sii Gentile
con le tue emozioni,
ascoltale, racconta
agli altri quel che provi
e senti.
Conoscere le tue emozioni
vuol dire conoscere 
te stesso/a.
siigentile_32_testo_bassa.jpg

Il Sii Gentile di oggi parla di emozioni.
Spesso si tende a nascondere le emozioni, a reprimerle perché delle emozioni non si parla, le persone forti sono tutte d’un pezzo, non piangono, non si commuovono, non si spaventano.

Parliamo poco anche delle emozioni che consideriamo positive, ad esempio la gioia, quante volte avete detto a qualcuno: “sono proprio contento di essere qui!”, “Oggi è stata una bella giornata!”, “Parlare con te mi rasserena”?
Figuriamoci parlare di emozioni che consideriamo negative, raramente riusciamo a dire agli altri che ci sentiamo tristi, arrabbiati o spaventati.

Raccontare quel che si prova è importante, non siamo un’isola, siamo esseri socievoli e sociali e a volte spiegare a qualcuno perché siamo arrabbiati con lui può evitare di andare avanti con musi lunghi e silenzi.
Può migliorare il rapporto che abbiamo con gli altri, mantenerlo in vita perché non può esistere un rapporto se non c’è dialogo.
Non basta fingere che vada tutto bene se in realtà dentro siamo furenti o tristi.

La rabbia repressa alla lunga esplode nel modo che dice lei, è un fuoco d’artificio, non segue regole e tempi. Probabilmente esploderà con le persone sbagliate nel momento sbagliato.
Invece possiamo controllarla, farla “smontare” parlandone, dicendo cosa non va, cosa ci irrita, cosa vorremmo ricevere.

Gli altri non possono capire al volo quel che vogliamo, quel che proviamo, quel che dovrebbero fare o dire. Per noi è semplice, è lampante ma non possiamo pretendere che sia così anche per quelli che ci stanno intorno.
Aiutiamoli e aiutiamoci, diciamogli cosa vorremmo.

Parliamo, dialoghiamo, raccontiamo quando siamo felici, quando siamo sorpresi, quando siamo spaventati.
Spiegare e raccontare ai proprio figli quel che si prova li aiuta a fare altrettanto, a non sentirsi in dovere di essere sempre felici e di buon umore.
Questo insegna ai bambini che possono parlare anche delle emozioni più difficili da affrontare come la paura e la rabbia e possono farlo in modo controllato attraverso il dialogo.
Infine accogliere le proprie emozioni, parlarne, dialogare è un modo per imparare a conoscere quel che abbiamo dentro e, in definitiva, conoscere noi stessi.
siigentile_32_bassa
**************************************
“Sii gentile” è un mio progetto nato alla file del 2018: ogni lunedì condivido sul blog degli spunti di gentilezza.
La gentilezza è un gesto rivoluzionario: fa sentire bene bene chi la fa e chi la riceve.
La gentilezza è una scelta e una pratica.
Non c’è nulla di sciocco o di debole in chi è gentile, anzi, mi sento di dire che sono persone che non hanno bisogno di una corazza di arroganza e maleducazione. Sono persone che hanno il coraggio di essere gentili con chi li circonda, con gli amici, coi familiari e con gli sconosciuti.
La gentilezza però non si limita alle persone: si può praticare anche verso il pianeta, verso gli animali e verso i sogni.
Spero che questi spunti possano farti sorridere e farti venire voglia di praticare la gentilezza, o se già lo fai, di proseguire con la consapevolezza che io sono con te.

A maggio 2019 è nato un libro quadrato con tutti i Sii Gentile apparsi in questi mesi, lo trovi qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...