Solstizio d’Estate e una stanza tutta per me

Oggi è il 21 giugno, il Solstizio d’Estate, nonché giorno più lungo dell’anno.
In questa giornata piena di luce e di calore ho ricevuto le chiavi del nuovo studio.
Fino ad oggi ho sempre lavorato in casa, in un mix di vita e di lavoro, ma è giunto il momento di separare le due cose.
Sento la necessità di avere “una stanza tutta per me” come scriveva Virginia Woolf, un posto in cui poter lavorare e disegnare.
Burabacio cresce, la Bura Bottega  diventa più ricca e ho bisogno di un magazzino dove mettere quaderni, stampe, disegni, fogli, shopper e tshirt.
Ho bisogno anche di uscire di casa al mattino e non avere questo strano miscuglio di lavatrici e penna elettronica, riso che bolle e pennarelli aperti.
Ho bisogno di tracciare una linea netta tra lavoro e vita perché è giusto per me ed è giusto per le mie figlie. 
Lavorare in casa vuol dire lavorare sempre, lavorare la sera, lavorare il sabato e la domenica con il computer sempre acceso e pronto per essere usato. Non mi illudo di lavorare molto meno ma almeno quando sarò in casa sarò solo per le mie marmocchie.

Finalmente non avrò solo una stanza tutta per me ma anche due tavoli tutti per me, forse pure tre!
Un tavolo per computer, penna elettronica e stampante. Un altro tavolo per disegnare, finalmente! E poi un tavolo per le spedizioni.
Da quando c’è la Bura Bottega abbiamo bisogno di molto più spazio: spazio per i quaderni, spazio per le buste di vari formati, spazio per le confezioni regalo, spazio per confezionare le spedizioni.
Fino a 3 anni fa un solo tavolo faceva tutto: sullo stesso tavolo mangiavo, disegnavo e avevo posizionato il computer.
Mangiavo in un angolino piccolo piccolo del tavolo e tutto il resto  era pieno di roba.  Una cosa che Marie Kondo sarebbe svenuta lì e non si sarebbe riavuta facilmente.
Questo studio è sotto il nostro palazzo per cui basterà uscire di casa e fare il giro dello stabile! Sicuramente non troveremo traffico al mattino.
Ha molta luce perché ci sono due grosse vetrate. Qui una volta c’era un negozio di cose russe gestito da una russa o una cosa simile.

Ora è il momento di allacciare le utenze, far arrivare l’acqua, la luce, il telefono, la connessione, pulire, imbiancare e poi finalmente posizionarcisi dentro!
Sarà un vizio fare traslochi a giugno?
L’altro anno stavamo traslocando in questa casa con le marmocchie appena nate.
Sarà una cosa di buon auspicio.
Visto che lo studio / bottega / atelier / negozio è abbastanza spazioso posso pensare anche a dei laboratori per bambini, ma ora non è il momento di fare questi programmi!
Già mi immagino il faccione del logo di Burabacio sulle vetrate e poi farfalle giganti dipinte sul cartone e poi… devo stare calma che ho davvero sempre poco tempo.
Questo è un gran passo per una come me abituata a fare passetti piccoli e ad avere paura di cadere sempre!
A me avevano detto che coi disegni non si mangiava e ora voglio a tutti i costi dimostrare il contrario.
Questo studio arrivato oggi è il mio personale Solstizio d’Estate.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. sidilbradipo1 ha detto:

    Un bradi-bacionissimo di supporto per questa tua nuova esaltante avventura 😀

    1. asabbri ha detto:

      Grazie! Ora si va di ramazza e cerchiamo di dare un po’ di forma 😉

      1. sidilbradipo1 ha detto:

        Buon lavoro 😁

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...