Devo ritagliarmi della taglia che dici tu?

il

So che non è esclusiva delle neo-mamme avere problemi con la propria immagine allo specchio, anzi!
C’è chi questo problema ce l’ha da sempre.
Di diverso c’è il cambiamento repentino del corpo che subisce la neo-mamma.
Prima lievita-lievita-lievita e la pancia cresce-cresce-cresce.
La pancia di una donna incinta piace a quasi tutti: ricorda la vita, mette allegria.
Quante volte ho visto persone sorridere guardando la mia pancia infinita, metteva allegria anche a me, anche se non vedevo più i piedi.
Poi partorisci e  le persone continuano a guardare la tua pancia ma, ora, non mette più allegria a nessuno: la pancia non deve esserci più!
Una delle prime cose che mi hanno detto appena dimessa è stata: “…e la pancia è andata via? Ah non ancora, vedo! Dai l’importante è stare bene”.
Mi sarei voluta sotterrare o almeno nascondere in un maxi cappotto ma era giugno.
Pian piano la pancia si è sgonfiata ma “l’argomento pancia” è rimasto nella top ten degli argomenti di discussione per i primi due mesi.
Ogni giorno salivo sulla bilancia a controllare se scendevo di peso.
Diverse persone mi davano delle tempistiche: “dai in due mesi, dai in cinque mesi…”.
La verità è che ognuno ha i suoi tempi e mi sarebbe piaciuto sentirmelo dire.
La verità è che spesso, quando non ci sentiamo bene con noi stessi per qualche motivo, abbiamo bisogno di parole gentili. Le parole gentili sono come un balsamo e raramente se ne trovano. A volte ci feriscono parole che sono dette senza cattiveria o senza l’intento di ferire ma in modo un po’ leggero.
In questi mesi ho sentito il mio corpo estraneo e cattivo.
Il mio povero corpo che mi ha seguita fin qui, che ha partorito e ha recuperato in tempo record, che ha coccolato, calmato, tranquillizzato due neonate e lo fa ancora oggi. Il mio corpo che culla, il mio corpo che accoglie pianti e sorrisi sdentati.
Sono stata ingiusta nei suoi confronti.
Le ultime parole sul mio corpo le ha dette un parente che non vedevo da 20 anni.
Dopo una visita di cortesia, al momento del saluto, si è accomiatato con: “hai avuto un aumento di peso eh?” e io ho dissimulato con un: “si ma dimagrirò”.
Lui lapidariamente ha risposto: “seeee, figurati”.
E questo mi ha ricordato perché non lo vedevo da 20 anni.

Queste parole mi hanno ferito tanto da farmi piangere ma non solo: ho iniziato a pensare e a riflettere.
Perché devo essere della taglia che mi dici tu?
Non sono una soletta delle scarpe da ritagliare della taglia che dice chicchessia.
Perché non posso dare tempo al mio corpo e alla mia mente di riprendersi e fare il suo lavoro?

Non sono la mia taglia, non sono il mio sedere, non sono le mie occhiaie, non sono tutto questo.
Sono i miei sorrisi, i miei progetti, i miei pensieri, le mie ambizioni e sono, soprattutto, le MIE SCELTE.
Chiedimi cosa faccio, cosa voglio fare, a cosa sto lavorando.
Ho tantissime cose da raccontarti, ho un quaderno con gli appunti per la conquista del mondo, non ti basta?
Poi mi metterò a dieta, promesso. 

Perché scrivo tutto questo?
A dire il vero non volevo scriverlo, mi espone troppo ed è un nervo scoperto.
Però non scriverlo sarebbe stato un ulteriore “coprirmi” e maltrattare un corpo che mi ha dato tanto.
Non devo vergognarmi e per me è curativo ammettere che si, non sono in forma.
Poi, se qualcuno aldilà di questo schermo si trova in una situazione analoga alla mia o, in diversa situazione ha provato le stesse mie emozioni, potrebbe trovare giovamento dal leggere che non è solo.

Hey tu, mi stai leggendo?
Non sei solo una soletta da ritagliare.
Non sei solo il tuo culo. O l’assenza del tuo culo.
Non sei solo i tuoi fianchi o la tua eccessiva magrezza.

Sei e siamo molto di più e possiamo iniziare a dispensare noi parole gentili per il mondo, con la speranza che i semi attecchiscano e crescano alberi di parole gentili, in modo da curare e coccolare chi ne ha bisogno.

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Paroledipolvereblog ha detto:

    Certo che siamo….Non ho mai avuto il tuo problema ho avuto 3 figli ma dopo il parto mi infilavo i jeans di sempre e via ma…….. avevo i miei bambini e se posso dirti avessi avuto un po’ di pancia non me ne sarebbe fregato un tubo di niente. Conta essere mamma!!!!! E si sa….tutte le mamme son belle in quanto tali!!!!

    1. asabbri ha detto:

      Sai anche io dicevo così ma dopo aver visto che nonostante la dieta non calavo ho iniziato a sentirmi un po’ male e spesso ho incontrato persone che me lo hanno fatto notare. Via speriamo di dimagrire ora che le bimbe hanno qualche mese in più!

      1. Paroledipolvereblog ha detto:

        Ma stai serena e tappati le orecchie! Le hai le cuffiette con la musica? Servono sai x non sentire le cazzate👍🤣🤣🤣

    2. asabbri ha detto:

      XD seguirò il consiglio!

      1. Paroledipolvereblog ha detto:

        Uuuuuh funziona che è una meraviglia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...