Come cambiano le spedizioni della bura-bottega?

A dicembre vi avevo anticipato che stavo, disperatamente, cercando un’alternativa alle spedizioni con Poste Italiane per i vostri acquisti dalla bura-bottega.
Cercando, cercando, cercando, alla fine ho trovato un modo per non NON DOVER AUMENTARE I COSTI DI SPEDIZIONEora vi spiego tutto!

Perché non utilizzo più Poste Italiane?

Fino ad oggi ho usato Poste Italiane per la spedizione “standard”: 3,50 euro per spedire i quaderni di Burabacio con il pieghi di libri con raccomandazione.
Da gennaio 2017  le Poste hanno aumentato in modo vertiginoso il diritto di raccomandazione (ben 1 euro!) mettendomi in grande difficoltà.
La spedizione con pieghi di libri, senza raccomandazione, è molto più economica ma in alcuni casi ha tempi biblici, alcuni bura-quaderni sono arrivati dopo un mese! Inoltre non è una spedizione tracciabile e diventa un patimento non sapere dove è una busta (per voi e per me). 14915636_1125704224209375_4945985153869211679_n-1

Per cui, da oggi, le spedizioni della bura-bottega verranno affidate a un corriere privato ALLO STESSO COSTO DELLA VECCHIA SPEDIZIONE CON POSTE ITALIANE.
>>>>> Sempre 3,50 euro! <<<<<<
Sono molto felice perché un basso costo di spedizione è fondamentale per chi, come me, vende articoli di piccolo costo come quaderni e stampe.
Devo, però, spiegarvi alcune cose da tenere presente con le nuove spedizioni!

Cosa cambierà nella consegna?

Per prima cosa bisogna sapere che il corriere non bussa mai due volte. A differenza delle Poste, che provano a consegnare le raccomandate almeno un paio di volte, il corriere vi deve trovare la prima volta a botta sicura altrimenti il pacco va in giacenza e rischiate di dover fare chilometri per andarlo a recuperare, specie se la sede è lontana da casa vostra.

>>> Bisogna prestare attenzione all’indirizzo, agli orari, al campanello.

>>> Attenzione al numero civico!
Quando si scrive l’indirizzo, bisogna stare attenti al numero civico: se lo sbagliate, il corriere non si mette a cercarvi lungo la via e il pacco va in giacenza.

>>> Il corriere consegna dal lunedì al venerdì fra le 9:00 e le 16:00.
Per questo, quando fate l’ordine, dovete indicare un numero di cellulare e l’indirizzo del luogo dove è più semplice che vi troviate in quel lasso di tempo.
L’indirizzo del lavoro va benissimo. Altrimenti, fate consegnare l’ordine a un familiare o un amico.

>>> Occhio al nome sul campanello! Il cognome del destinatario deve essere quello del campanello di casa.
Se vi chiamate Lucia Bianchi e siete la moglie di Mario Rossi e sul campanello c’è scritto solo “Mario Rossi”, il corriere non vi troverà e il pacco andrà in giacenza.

Questi sono piccoli accorgimenti che chi è abituato ad acquistare on-line e ricevere pacchi da un corriere sa già, ma ripeterli è utile per tutti!

Non vi nascondo che a dicembre ero abbastanza scoraggiata, con un aumento di questo tipo non sapevo proprio bene come fare, avevo il timore che la bura-bottega ne avrebbe risentito. Invece, come spesso succede, da un problema nasce una nuova opportunità!
Spesso le buste con le Poste Italiane arrivano abbastanza maltrattate (anche se sono belle imbottite e i quaderni non ne hanno mai risentito) mentre con il corriere saranno più coccolate. Non dovrò più lasciare uno spazio aperto per l’ispezione postale e la busta sarà totalmente sigillata.

Quindi… le spedizioni rimangono a 3,50 euro e da oggi si inizia a spedire con il corriere! 12734242_925284770917989_418711372047918641_n

Annunci

6 Comments Add yours

  1. sidilbradipo1 ha detto:

    Con le Poste Italiane, la consegna è stata, nel mio caso, in alcuni casi, garibaldina-alpina 😛
    Con il corriere, mi sono sempre messa d’accordo sull’orario e il recapito 🙂
    Bacio
    Sid

    1. asabbri ha detto:

      SI, infatti di solito il corriere chiama per mettersi d’accordo con la consegna 🙂

  2. Amelia Destradis ha detto:

    Sabrina posso chiederti se hai un corriere, diciamo, di fiducia a cui affidi le tue creazioni?

    1. asabbri ha detto:

      Ciao Amelia, se spedisco qualcosa di costoso (o comunque un pezzo unico, un ritratto, qualcosa per cui temo la perdita) uno sda. Su 200 invii me ne hanno rovinato uno. Però costa… Ora per i quaderni provo nexive che è tracciabile ed è abbordabile come costi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...