Diario di Viaggio disegnato: Budapest


L’ultima tappa del nostro viaggio estivo è stata BUDAPEST.
(Clicca qui per leggere il post su PRAGA e qui per leggere il post su VIENNA.)
Budapest strizza l’occhio al turista ma, a differenza di Praga, i massaggi thailandesi, H&M, Zara, Starbucks, non hanno invaso ogni palazzo storico e piazza.
Budapest è elegante, colorata e ha una lingua incomprensibile.
Budapest è ricca di fascino. 

La prima cosa che scopro è che gli ungheresi non si chiamano “ungheresi” ma “magiari” e Ungheria, nella loro lingua, suona così: MAGYARORSZAG, figuriamoci tutto il resto…
Siamo arrivati a Budapest in treno e il primo impatto è stato incantevole: i lampioni azzurri con i fiori, l’aria retrò della stazione, i pavimenti, le ampie vetrate, il banchetto dei dolci…
A Praga avevo incontrato i “TRDOLI“, dei dolcetti da strada, che vengono venduti un po’ dappertutto. L’odore del trdolo in cottura si diffondeva per le strade portandomi a immaginare di mappare l’intera città in base ai dolcissimi chioschi.
Quale meraviglia ritrovarli pure qui!
A Budapest si chiamano: kürtőskalács e sono grandi almeno il doppio.
Come i loro parenti di Praga vengono cotti su degli spiedi cilindrici e assomigliano a dei cannoloni morbidi vuoti. Pare si chiamino anche “torta camino” per la loro forma. Se a Praga i trdoli vengono riempiti di mele, di crema o di cioccolato, qui, data la dimensione, i kürtőskalács sono vuoti. La differenza la fa l’esterno: cannella, zucchero, cacao, vaniglia, cioccolato. 14034759_10210452369332091_3324931809377722727_n
Potrei dilungarmi ore a parlare di questi dolci ma non lo farò (prometto!)
Budapest è rinomata per le sue strutture termali ma non abbiamo avuto il tempo di visitarle, avevamo solo 3 giorni e volevamo vedere tutta la città! 13939420_1042119979234467_2434864523569730815_n

Le strutture termali vennero costruite dai turchi che conquistarono Buda nel 1541.
Il tutto è più dell’unione delle parti. Qui è senz’altro vero!
Budapest è in realtà l’unione di più città: BUDA + ÓBUDA + PEST.
Di Óbuda rimane ben poco, qualche palazzo e una piazza.
Buda e Pest sono separate dal Danubio e camminare di notte a Pest guardando Buda è molto suggestivo. Buda in notturna, con il suo castello, sembra lo skyline di un paese di fiaba. Il Danubio separa e unisce, è popolato di barche in cui si può cenare, in cui si può fare una crociera o una semplice gita sul fiume. Il ponte delle Catene unisce le due parti della città.
Di giorno guardare dal castello di Buda al di là del Danubio è altrettanto bello: il parlamento, costruito quasi a pelo dell’acqua, sembra una grande cattedrale.
Budapest è decisamente più economica di Vienna e pure di Praga e si cena in modo eccellente senza spendere molto. I locali notturni sono moltissimi e graziose signorine occhieggiano dalle porte. Poco lontano ci sono anche i buttafuori, quindi fate poco i galletti! 14022309_1041680039278461_6810642540982607235_n
La cucina, come a Praga, è in gran parte legata alla carne: difficilmente troverete un piatto vegetariano. Qui assaggiare il Gulash è quasi d’obbligo!
Per colazione potreste trovare una focaccia fritta: si chiama Langos e la potete mangiare in molti locali guarnita di formaggio, pollo, o pomodoro.
La colazione è molto sostanziosa e come a Vienna e  Praga prevede wustel, formaggi, affettati e tutto quel che ha bisogno il muratore per costruire case solide e sicure.
14067431_1041661169280348_7757517515815310678_n
Anche qui i bagni pubblici sono a pagamento ma sono tanti e ben tenuti.
La metropolitana è una specchio da quanto è pulita, funziona bene e alcune stazioni meritano di essere viste. La linea giallo, ad esempio, ha stazioni ricoperte di piastrelle decorate bordeaux e bianche, con porte di legno e colonne sormontate di capitelli. Sembra di essere all’interno di una casa di qualche abitante del sottosuolo.
Una cosa che mi ha colpito di Budapest è il loro gusto per il lettering, ovunque le lavagne dei locali sfoggiavano scritte a mano degne di nota. Non so perché, non l’ho capito, ma l’ho apprezzato molto! 14021585_10210460140326361_1992912194089171707_n
Un’altra cosa che mi ha colpito sono stati dei demoni/mostrilli che ho visto disegnati su un menù la prima sera a Budapest: i Busò!
Sono diavoli colorati, con grandi denti e lunghe corne, con molto rosso, nero e bianco. Mi ricordano più i demoni dell’estremo oriente che quelli nostri, occidentali, più morigerati nei colori.
Sono subito andata a cercare informazioni e ho scoperto un mondo di folklore coloratissimo.13938383_10210452546976532_4131072987217115916_n
I busò fanno parte della tradizione magiara e a loro è dedicato anche un carnevale: Busójárás. In questo carnevale, uomini travestiti da diavoli, cercano di cacciare l’inverno. Chissà se ci riescono! 14045809_1041653092614489_398435134813953400_n
Per approfondire la questione siamo andati al museo etnografico di Budapest che meriterebbe una visita anche solo per la bellezza dell’edificio! 14055169_10210470655669238_7501869738583828672_n
L’Ungheria, dopo la prima guerra mondiale, è stata terribilmente ridimensionata così, fuori dal suo territorio originario, sono rimasti molto magiari.
Nel museo etnografico sono raccolti gli abiti degli abitanti della vecchia MAGYARORSZAG, le foto degli inizi del 1900 e rari filmati. La visita mi ha insegnato molto e ho scoperto dei demoni bellissimi!
Un’altra cosa che mi è piaciuta molto di Budapest sono le isole a mollo nel Danubio!
L’isola Margit (Margherita) è collegata alla terra ferma da due porti ed è diventata il paradiso dei runner.
Lungo tutto il suo perimetro ci sono delle strade per soli runner e se, per sbaglio, ti trovi a occupare le loro aree ti travolgono. L’isola Margit è piena di fiori, di alberi, c’è un parco giochi e ci sono cerbiatti, papare, pavoni. Sembra un pezzo di paradiso in mezzo alla città. 14102650_1043685185744613_8246565665400601362_n

Advertisements

One Comment Add yours

  1. Davide M. ha detto:

    … super! Al solito! Altra guida da stampare …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...