Diario di Viaggio disegnato: Vienna


La seconda tappa del viaggio di quest’anno è stata VIENNA.
(per leggere la prima parte clicca qui)
Vienna mi ricorda una Torino in grande, più pulita, più curata, più monumentale e più maestosa.
Vienna bianca e oro.
Vienna e i suoi palazzi eleganti.
Vienna e i suoi tram che sembrano salottini da quanto sono curati.
Vienna e gli Asburgo, Vienna e i dolci alti e buoni, Vienna e Mozart.
Vienna e il Prater, il luna park, il quartiere dei Musei13903415_1039869949459470_6994055168499037246_n13895329_1037873686325763_7494619490131913430_nA Vienna si respira l’aria di una città che è stata il cuore d’Europa per moltissimo tempo, Vienna non chiede, non si avvicina, non cerca di blandire il viaggiatore come a volte fa Praga. Vienna aspetta di essere ammirata, bella e imponente.
Uno dei piatti tipici di Vienna è la Shnitzel, una cotoletta di tacchino o maiale  senza osso con doppia panatura. La si trova ovunque e, se scegliete il posto giusto, non è un piatto costoso. Ci sono moltissime panetterie con una grande varietà di pane e i miei amati brezel. 13920611_1038369702942828_2448760109264067234_nSe volete un piatto molto economico, e avete stomaco buono, potete recarvi da una delle tante “Casine dei Wustel” e mangiare pane, wustel e salse.
Con molta probabilità avrete mangiato wustel anche a colazione.
La pasticceria Demel si trova vicinissimo a Piazza San Michele e ha una grande storia alle spalle. I prezzi non sono proprio economici ma il banco delle torte è di una bellezza rara. Qui si è consumata un’altra  guerra dei 30 anni, questa volta legale, tra il signor Sacher e la pasticceria Demel. Pare che il figlio di Sacher fosse apprendista da Demel proprio nel periodo della “creazione” della Sacher Torte. Alla fine vinse Sacher.  13934901_1039068179539647_6016534114814184465_n Il Cafè Korb è un altro pezzo di storia di Vienna e vi consiglio di fermarvi a ordinare uno strudel di mele. Se poi vi recate al bagno vi troverete di fronte a un ambiente bizzarro con la punteggiatura a indicare il bagno delle donne e degli uomini. Io sono rimasta di fronte alle parentesi 10 minuti prima di capire che era la porta giusta.
Il Quartiere dei Musei è il posto giusto se amate l’arte.
Al Leopold Museum trovate tante opere di Schiele e, se come me, amate questo artista ve lo consiglio caldamente. Nella piazza tra il museo di arte contemporanea e il Leopold Museum trovate dei grandi poligoni azzurri su cui riposarvi e guadare Vienna da un altro punto di vista.13925090_1037880476325084_4853327091963669881_n
13924910_1039065469539918_5101765598782115474_nSanto Stefano è la cattedrale e il cuore di Vienna e dentro è molto bella. Dentro Santo Stefano sono conservate le viscere degli Asburgo e questo l’ho trovato meno bello ma tant’è!
Per arrivarci però dovrete fare slalom e smarcarvi dai tanti venditori di “veri” concerti viennesi. Parlano inglese, italiano, francese e sicuramente anche altre lingue e cercheranno di convincervi a non perdere il concerto in costume delle 20. Sono in competizione fra loro e dai 62 euro di partenza vi proporranno gli ultimissimi biglietti della serata a 15 euro. Sono vestiti in costume e mi hanno fatto rivalutare i finti centurioni romani davanti al Colosseo, almeno loro non ti inseguono! 13900349_1037904526322679_2265385415372234284_n
Il palazzo imperiale Shoenbrunn è una catapulta nel passato: si può vedere la scrivania dove l’imperatore Francesco Giuseppe ha lavorato per una vita e le stanze dove la moglie, Sissi, curava la lunga chioma. Tutti i membri della famiglia Asburgo dovevano imparare un mestiere e diverse zone della residenza sono state dipinte e curate direttamente da loro.
Francesco Giuseppe iniziava a lavorare alle 5 del mattino e diceva: “bisogna lavorare fino a cadere a terra stremati!!” 13880165_1039798729466592_4784171323235290933_n
Pare che lui fosse molto innamorato della moglie, non ricambiato. Viene descritto come un uomo “frugale”, per quanto può esserlo un imperatore.
Sissi amava pochissimo stare in questa residenza soprattutto per il pressing della suocera da cui riusciva comunque a sfuggire bene.
Diceva che “il matrimonio è un’istituzione assurda, ti vendono da bambina a qualcuno e ti pentirai di questa scelta per il resto della tua vita”.
Questa residenza era stata costruita da Maria Teresa, madre di Maria Antonietta e figura estremamente forte e affascinante.1
13938623_1040549359391529_3917157976152028230_nSaltando da palo in frasca non posso non parlare del Prater, l’amato parco dei viennesi. Il Prater è tante cose diverse: una grande area verde in cui dormire, rilassarsi, giocare a palla, pattinare, correre, andare in bicicletta ma è anche il posto il cui andare al Luna Park e la zona in cui godere delle giornate d’estate in qualche localino. Dentro al Prater ci sono anche ristoranti e un bowling. Una ferrovia lillipuziana.
Qui ho festeggiato il mio compleanno davanti a una birra e una Shnitzel.
Il Prater ha un’aria retrò con le sue piazze e la sua vecchia ruota panoramica e, devo ammetterlo, ogni tanto mi manca.13925309_1039069096206222_2560189156072118905_n 14046140_1039569322822866_6814096493112606867_n

Advertisements

7 Comments Add yours

  1. Davide M. ha detto:

    … non ho parole! Strepitoso diario di viaggio! e poi c’è proprio il diario! e che diario! Lo voglio! Complimenti!

    1. asabbri ha detto:

      ma grazie! 😀 si si c’è proprio il diario, tutto rigorosamente scritto sul momento 🙂

  2. sidilbradipo1 ha detto:

    Vienna è una gran bella città, ma il tuo diario moooolto di più 😛
    Bacio
    Sid

    1. asabbri ha detto:

      🙂 grazieeee Sid!

  3. a.brains ha detto:

    Che bei ricordi che mi hai fatto venire in mente! Ci sono stata un po’ di anni fa e ancora ne sento la mancanza…con questo bellissimo diario di viaggio mi hai fatto rivivere le emozioni di quella vacanza!!! ^_^

    1. asabbri ha detto:

      Ne sono felice! Si è una bella città, anche a me ha lasciato tanti bei ricordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...