Colore e Meraviglia all’asilo nido i Papaveri!

on

Sabato mattina una panda sfrecciava direzione Olgiate Comasco carica di colori, fogli, oggetti, quaderni, un cane, Giorgio ed io. La destinazione era l’asilo nido I Papaveri per ben due laboratori: “Colore e Meraviglia” il sabato pomeriggio e “Io racconto te, tu racconti me” la domenica mattina.
Francesca mi aveva contattato una domenica mattina di un mese fa: “ho un asilo nido verso Como, si chiama I Papaveri e vorrei organizzare i tuoi laboratori qui”.  13133323_975942752518857_6231542565342204687_n
Organizzare un laboratorio, in questo caso due, non è semplice: coinvolgere le persone, farlo sapere, spiegare cos’è il “colore e la meraviglia”, convincere le persone a uscire il sabato pomeriggio per colorare e sperimentare necessita di una buona dose di impegno.
Francesca ci è riuscita benissimo!
L’asilo nido che gestisce insieme a Stefano è curato, pieno di dettagli e di attenzioni per i piccoli ospiti ed è stato perfetto anche per noi grandi che ci siamo trovati liberi di colorare scalzi in un ambiente luminoso e ospitale.  13133201_975942255852240_4777239265313362924_n Il sabato pomeriggio delle donne coraggiose si sono presentate per il laboratorio di “Colore e Meraviglia” senza sapere bene cosa aspettarsi. Una delle prime domande è stata: “perché colori?”
“Per me colorare è come camminare”
“quindi è naturale”
“esatto” 13124570_975942735852192_8012775000435725727_n
Ho chiesto loro di abbandonare schemi e regole e di tuffarsi nel colore come farebbe un bambino: con curiosità, senza paura del risultato, senza voler ottenere il disegno perfetto, con la sola voglia di divertirsi e di esprimersi.
Il colore come espressione.

“Man mano che colorerete capirete di amare di più un colore piuttosto che un altro, di preferire colori accesi a colori sfumati o viceversa: in definitiva imparerete qualcosa di voi”
“…e poi colorando insieme diventeremo un grande anemone”
Ecco, l’ho detto, ora mi stanno guardando tutte strano.
“Anemone?”
13174118_975942622518870_6556932490219166477_n

“Si, un corpo unico che colora: pian piano i nostri respiri si coordineranno e questo tavolo non sarà più un piano d’appoggio con delle persone intorno ma un unico organismo che respira insieme.”
Non so se ho reso l’idea ma è davvero quello che succede quando delle persone lavorano insieme intorno a un tavolo. 13124713_975942165852249_3198826505731116964_n Insieme è la parola chiave: insieme si sviluppa un’energia particolare, gli estranei parlano fra di loro, si crea complicità, si abbandona la paura del nuovo e si entra in una dimensione diversa che è quella del gruppo. Con noi c’era anche una piccola partecipante: una bimba di appena 15 giorni!
Come sempre ogni persona lavorava su un pezzo di un unico grande disegno, nessuna lo aveva visto “intero”. Questo aggiunge sorpresa al risultato finale, quando rettangolo dopo rettangolo si scopre cosa è stato colorato. Le partecipanti erano anche stupite di quel che avevano creato loro in due ore:
“davvero l’ho fatto io quello? “
“Guarda come stanno bene insieme colori così diversi!”
“io non pensavo proprio”.  13124632_975942519185547_201813657135472730_n13178041_975942552518877_6424246067338644896_n
Quando scopriamo cosa ha prodotto il grande anemone intorno al tavolo è uno dei miei momenti preferiti! 13133191_975942662518866_7504144893851828190_n
Ma il laboratorio non era ancora terminato: ci aspettavano gli esercizi di Meraviglia!
Se spiegare agli adulti perché colorare non è semplice, raccontare cosa sono gli esercizi di Meraviglia è cento volte più complicato. In genere  inizio direttamente a disegnare intorno a delle pinze o intorno a un sacchetto e tutto diventa più chiaro. Corredo i disegni con delle frasi e dico che tutti abbiamo la possibilità di scegliere una seconda vita, di fare quel che vogliamo veramente, e da pinza possiamo diventare mongolfiera. All’inizio le persone intorno al tavolo hanno un po’ timore a prendere gli oggetti e sperimentare ma rotto il ghiaccio diventa un gioco buffo, si ride, si scherza, si scrivono frasi ed escono le cose più improbabili. 13133269_975942392518893_6806142518655612019_nConi gelati col cotton fioc, piatti di pasta con gomitoli di filo, mostri con i tappi delle bottiglie, amanti appassionati con i tappi da olio, gatti con le pigne, treni trasporto tronchi coi bigodini e farfalle coi sassi.  13179016_975942359185563_4138865075862728169_n13139116_975942372518895_4406372923143095371_n
C’è ancora bisogno che vi spieghi perché amo così tanto questo laboratorio?
Sabato pomeriggio abbiamo aperto una piccola finestra sulla nostra creatività, sulle nostre potenzialità spesso legate e imbavagliate.  
Qualcuno si è rilassato, qualcuno si è divertito e a qualcuno è venuta persino voglia di colorare ancora. 13179342_975942465852219_6904059684052295759_n 13124665_975942419185557_2268160209132279709_n
Grazie a tutti i partecipanti e alla voglia di giocare e curiosità con cui si presentano: senza di loro i laboratori non sarebbero possibili.
Grazie a Francesca e Stefano per le tisane, biscotti, succhi di frutta e sorrisi con cui ci hanno coccolato sabato e domenica, per averci ospitati all’asilo e a casa loro. 13094177_975942269185572_6682260857754500565_n 13151479_975942342518898_1408229568195135859_n 13173862_975942405852225_4025881722553556655_n

Annunci

2 Comments Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...