Nuvole da treno e tante vite da finestrino

il

nuvoleLe nuvole nascono nel tardo pomeriggio a bordo di un treno molto lento che da Firenze va a Perugia.
Tu-tum tu-tum tu-tum.
E tu, intanto, pensi a come sarebbe vivere in quel paesino laggiù, quello che hai appena passato, con le case di pietra e i cipressi. Magari a quest’ora staresti leggendo seduto su una panchina.
La alzeresti la testa per vedere passare il treno?
Probabilmente, in quel paesino, ti chiederesti come si sta in quell’altro paese più grande, che hai visto passando in macchina qualche giorno prima. Ti immagini camminare per le strade il sabato pomeriggio con un mazzo di fiori in mano.
Ugualmente probabile che in quel paese più grande, un giorno, per gioco, tu ti chieda come sarebbe vivere in quella città frenetica che hai visto passando in pullman qualche tempo prima. Ti immagini salire sul tram e prendere posto. E ci metterei la mano sul fuoco che in quella città, su quel tram, guardando fuori dal finestrino ti verrà in mente, per uno scherzo della fantasia, di pensare alla tua vita in uno di quei paesini piccini che si vedono in tanti punti d’Italia. Quelli che sembrano sempre un po’ assonnati, tutti arrampicati su una collina, che non hanno tram ma alberi bellissimi dalle grandi ombre di nuvole.

E capita così che ti pare d’aver vissuto in ogni posto a causa di questo capriccioso saltellare della fantasia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...