Nel fondo del mar – Le Taglierografie!

il

sirena_bassa

sirenadett_bassaSul tavolo di un balcone di Perugia, nel bel mezzo di bel pomeriggio di marzo, è sbucata una sirena di bottiglie di plastica, post-it colorati e nuvole di aglio.
La Taglierografia di oggi ha il supporto musicale di Vinicio Capossela e un inebriante profumo di primavera.

“Nel fondo del mar, nel fondo del mar.. 
La foca barbuta, sempre piaciuta 
Che è solitaria, le piace cantar, 
Una sirena si sente coi baffi, 
Una sirena nel fondo del mar 
E i pesci uccelli le batton le ali 
E scrosciano applausi di pinne e di bolle 
Nel fondale spettacolare 
Dell’abisso musicale

Io la vispa Pryntyl
Dal caschetto malizioso
Nettuno si gettava ai miei piedi
Implorando chiamami Nunù
Prima stella del corpo di ballo
Del balletto delle onde
Un tutù di alghe nel blu.. chiamami Nunù
Perchè sono una sirenaaa canto in sirenese
Ondeggia il pavimento, nel mare si stringono i cuori
Li assalgono i mali della nostalgia
Si avvicinano navali e gamberi
schiudono perle le ostriche 


Non ho perso la voce per un paio di gambe
Come la Sirenetta in pegno d’amor
Ma io la perdo fumando e bevendo
Nell’orgia dei sensi mi butto cantando
E mi ubriaco e stordisco ballando
Nell’ebrezza felice abbracciando
Sulla terra tutto si consuma
L’amore all’alba si trasforma in schiuma

Ma nell’abisso è tutto uno spasso
Puoi sempre incontrare un pesce pagliaccio
E quando sei triste basta una siiiireeennaaaaaaaa
Sbarazzina, civettuola, piena di squame dalla coda alla gola

Fatevi attorno focene volanti, cavallucci di mare, terra e bagnanti
Ascoltate come sturo l’abisso
Ora lo scandalo lo darò io
Perchè sono una sireeennaaaa, canto in sirenese
Pryntyl slash slash smack smack glu glu
Chiamami Nunù

Ora Pryntyl sei finita in taverna
In esilio da kraken e krill
Sei finita a guadagnarti la birba
Tra le biffe, i lenoni e i play boy
E i papponi del porto ti tengono
Alla lenza di grog e di skunk
E mi ubriacano a furia di spriz
E mi ubriacano se faccio le biz

Bell’ufficiale buttiamoci a mare, voglio tornare
squamata a brillare
Ma che non lo sappia, il capitano testa di morto
O a tutte due finirà il collo torto
Finiremo con lui tra gli scogli a schiamare:
kruag kruag kruag affondate con me
E non è proprio un verso da sirenaaaaa
Che canta in sirenese..
Pryntyl slash slash smack smack glu glu
Pryntyl slash slash smack smack glu glu
Pryntyl, smack smack glu glu
Chiamami Nunù”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...