Unione

on

 

unione_bassaunione_dett_bassa

E con questo ho finito svariati pennarelli ma almeno mi sono divertita!
Per persone così portate al dividersi, a trovare motivo di scontento, a fabbricare enormi paranoie da portare a spasso col guinzaglio, credo che scovare ogni tanto un angolo di unione non sia così male.
Un posto piccolo e perfetto dove il solido e il liquido si compensano alla perfezione, dove la fragilità e la loro forza vanno a braccetto, dove i colori si uniscono per creare qualcosa di più di una competizione sgargiante.
L’armonia e l’utopia.
Ieri sera ho visto un film “Treno per Lisbona”, ero entrata senza grosse speranze al cinema all’aperto per poi ricredermi piacevolmente.
Un film in cui un professore con una piccola e sonnolenta vita, nato in un paese come la Svizzera che non conosce rivoluzioni, guerre e repressione viene travolto dalla vita, sotto forma di un libro scritto da un medico portoghese. Tutto intessuto sullo sfondo della rivoluzione dei garofani ma non solo e incuriosito ne va a cercare i luoghi e le persone. Un film sul rimpianto e sul ricordo ma anche sulla speranza. Un elemento esterno che unisce e pacifica un passato molto vicino e ancora sanguinante. Un film sul viaggio, sulla vita, sulla voglia di cambiare e sull’accettazione di quello che è stato, che non ha preso scorciatoie per essere migliore, senza attrici bellissime o eclatanti colpi di scena, ma che con onestà concentra tutto sul protagonista e sul viaggio intrapreso dentro lui, attraverso gli altri.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...