Tanti auguri a noi!

il

860726_10200871563697938_1127057873_o

Ecco a voi Polpi Otto.

Il vero ed unico ispiratore di tutta la baracca in posa plastica con un adesivo di A CAZZO DI CANE!

Detto Topi.
Detto Polpi.
Detto Bubi.
Detto Bestiaccia.
Detto Magnifico Cane.
Detto Ultimo raggio di sole in una giornata d’inverno.
Detto Tappeto Vivente (per via dei miei progetti di trasformarlo in una pelle di leone per il pavimento).

Guardando questo cagnaccio un po’ snob ho iniziato a disegnare le nostre dis-avventure circa un anno fa, quindi tanti auguri a noi!
Non so se sia una cosa “festeggiabile”… tipo un ridente anniversario di intensi disegni del proprio cane, forse è più un fatto da raccontare a uno psicologo 😀
Ma tant’è.
Di questi tempi più di 365 giornotti fa ho iniziato scarabocchiando un cane dalla testa a triangolo e via via ho aggiunto personaggi, altri se ne aggiungeranno, altri ancora sono su taaanti fogli e vivono una vita privata come Sigmund il piccione muto – lontano dalle pagine del blog – altri come lo Scoiattolo zombie senza testa sono i miei amori segreti.
Ogni tanto mi chiedo cosa avrò “partorito” alla fine, non che sia molto importante, però ogni tanto me lo chiedo. Sarà un diario disegnato, delle cronache semivere di vita semifalsa, un semplice blog a fumetti? Non è che mi ci interroghi così spesso, non mi vedo bussare alle porte del Paradiso con San Pietro che mi dice “TU che hai fatto nella tua vita?” “Ho disegnato un cane, fammi entrare” “col cavolo, va nell’area cani in libertà che qui non vogliamo le cacche di cane qua e là sulle nuvole! Sai con tutto questo bianco si notano troppo” “ma… San Pietro, io porto sempre con me le bustine raccogli cacca! Poi siamo tutti morti, mica dovremo fare ancora queste piccole cose fisiologiche… suvvia poi, anche se succedesse diamo una mischiata alle nuvole e siamo a posto” “Vade retro satana! Anzi va, fa entrare solo la bestiaccia che mi pare più educata di te”…
Archiviamo questo triste intermezzo…
In realtà so che la mia principale necessità è spiegarmi le cose, elaborarle (come fa la mamma uccello quando rigurgita la pappa ai suoi amati piccini) e farle diventare semplici (quindi digeribili! Fortuna che il mio processo di elaborazione è più pulito di mangiare pappa premasticata…)
Prendo cose che “mi rodono”, cose che mi “girano” e me le faccio spiegare in modo semplice da una bestiaccia.
Vabbè chi volesse lasciare il numero di un buon specialista… 😀

Insomma tanti auguri a noi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...