Una donna in quei giorni lì e riflessioni bibliche

on

Oggi è uno di quei giorni un po’ così, uno di quelli così, insomma così così.
Per farla breve sono una donna in quei giorni lì.

Quelli lì, lì, lì, lì.

Quelli che appena li si nomina gli uomini alzano gli occhi al cielo e le donne fanno un sorriso di sorellanza.
Lo so che non è necessario scriverlo su un blog disegnato (bè già che vi risparmio i disegni…) ma riflettevo una importante quanto antica questione biblica.

Insomma la nostra antenata, per la fattispecie Eva (a meno che voi non discendiate dal serpente o siate un figlio del torsolo di mela) ebbe un triste diktat:

“Partorirai con DOLORE!”

Non credo che Eva ne sia rimasta proprio estasiata da questa proposta non rifiutabile ma il peggio doveva ancora venire,nascosta nella frase “partorirai con dolore” si annidava un’altra triste fregatura: “in alternativa al parto avrebbe distribuito il dolore in comode rate mensili fino alla menopausa.”

Questo bliblopost non è per giustificare la mia scorbuticità di oggi, il cioccolatino mangiato dopo pranzo o il giramento di balle per non aver usufruito del ponte, no assolutamente.
Nemmeno la tempesta tropicale che si sta abbattendo fuori scalfisce il mio umore.
No.
Nessuna metereopatia.
Nessuna sindrome mestruale.
Nessun… bé
😉 state alla larga o voi che potete!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...