Marrakech: cronaca di una vergogna

il

Mastico l’inglese e il francese, lo mastico appunto e quel che esce è una cosa confusa che passa dall’italiano al piemontese, da un’idea di francese a una spolverata di inglese! Orrore orrore, provo immensa vergogna e mi cospargo il capo di cenere. Sono già in assetto “rimedierò, imparerò il russo e il cinese oltre l’inglese e il francese e magari qualche coniugazione mancante di verbi in italiano…” ma sono tutte balle! So già che a breve dimenticherò tutta questa vergogna e archivierò la questione. La mia memoria da pesce rosso mi verrà in soccorso e continuerò a sguazzare nella pozza della mia ignoranza linguistica.
Questo ha portato a qualche leggera confusione, a pensare di andare a visitare una deliziosa bottega d’artigianato e trovarmi invece in mezzo alla concia delle pelli di capra (ancora fatta a mano) per mezzo di calce, cacca di piccione e arena… un’odore devastante! E continuare a chiedermi “perchè sono qui? perchè sono qui?” e mormorare un “oh beautiful” con un sorriso tirato.
Oppure di pensare di tuffarmi nel souk (l’intrico di vicoli pieni di bancarelle, mercati che fanno vivere la Medina di Marrakech, un brulichio di merci, persone operose, odore di curry e agnello, motorini pluriproprietari lanciati come razzi) e invece ritrovarsi a camminare sotto il sole cocente per chilometri e vedere giardini e verdissime carpe fameliche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...